Cassette

20130514-133545.jpg

Quando la musica che ascoltavi aveva quel brusio di usura che ora con gli mp3 è sparito…
Quando per riavvolgere la cassetta ci ficcavi la bic e la facevi roteare in aria…
Quando capivi come mai si chiamava mangiacassette…

Cassette


Ieri ero a spasso per l’italia e mentre con la testa vagavo oltre il nostro adorato bel paese ho notato una cosa strana a bordo strada…. un nastro di una cassetta di musica srotolato!!! è pazzesco come il nastro, che quando è tutto bello arrotolato e ordinato occupa uno spazio microscopico, quando si disordina ne fa fuori una roba allucinante, sembra un cespuglio marrone! ma non è di questo che voglio parlarvi…

Quando l’ho visto ho subito puntato l’orecchio alla musica nella macchina e l’occhio alla fonte… l’iPod! ho rivisto vecchi flash, di quando, da giovani, per le vacanze estive preparavi le “compilation”, ci perdevi 3 giorni col registratore a cercare le canzoni che volevi poi ascoltare, ti facevi i conti per farle stare nella cassetta da 90, e poi puntualmente l’ultima canzone rimaneva segata a metà!

Quando mettevi la cassetta nel mangiacassette (mai nome più azzeccato, quante volte poi dovevi con la matita matita arrotolare manualmente il danno fatto dal mangia alla povera cassettina ) non sapevi mai che canzone sarebbe partita, non cercavi quasi mai le canzoni, perchè troppo sbattimento, ma lasciavi dolcemente passare tutte le canzoni prima di arrivare alla “preferita”.

Il regalo più bello che potevi fare ad un amico, alla tua morosa era quello di fare una cassetta con le tue canzoni preferite, o un mix per trasmettere qualcosa all’altro… era veramente bellissimo!!

E adesso?? adesso tutti hanno l’iPod, vuoi ascoltare una canzone? tempo 3 secondi e l’ascolti…. si è guadagnato in comodità, come per tutte le novità tecnologiche attuali, ma si è persa tutta la poesia di una volta!