Mustang a Silverstone (2011 #2)

SilverstoneMartedì mattina, inizia la seconda settimana di gara, guardo sul sito e vedo che questa settimana è la settimana di Silverstone!! Nooooo, mi son detto, proprio silverstone, la pista che odio profondamente sotto tutte le sue forme e colori. E’ come tutti i martedì una sorpresa, un po’ come i pesci rossi nella boccia, che ogni giro che fanno si dicono: ‘guarda che figa sta stanza!’ e poi al giro dopo: ‘guarda che figa sta stanza!’ e al giro dopo: ‘ma è proprio figa sta stanza!!’… hanno la memoria che dura pochi secondi, almeno, così dicono, poi io non ho mai chiesto ad un pesce qualcosa per scoprire se è vero, ma dicono tutti così.

La sera arrivo a casa depresso perchè c’è silverstone, una pista che non mi piace per niente, e questa sera mi tocca pure guidarci… è proprio dura la vita di noi piloti virtuali! proprio dura!
Dai box mi dicono che hanno sistemato le gomme, che non è più come a Laguna dove sembrava di correre sul sapone (Laguna.. sapone… in un posto pieno di sabbia??… vabbeh, storia vecchia..), ma per silverstone han portato delle gomme che tengono anche sul letame liquido (o come si dice dalle mie parti, sul süghet!). Entusiasta di questa grande novità provo prima di cena a fare un paio di giri, su questa pista che non mi piace per niente, anzi, mi fa proprio schifo, poi ancora questa versione, mozzata a metà, ma invece che dimezzarsi lo schifo raddoppia… vabbeh… non divaghiamo, parto, esco dai box, faccio le prime curve e BUM! alla faccia delle gomme nuove, altro che sapone, qui è margarina!!! Non voglio darmi per vinto e riprovo… BUM! dopo una ventina di volte così dai box mi dicono: ‘senti, vai a mangiare cena che sicuramente farai meno danni!’
Silverstone mi piace sempre meno!

Dopo cena, con una zavorra in più (che sia quello?) mi preparo per gara 1, decido di non fare la qualifica ma cerco almeno di finire un giro, parto con calma e i tempi iniziano a ridursi, ma sai che Silverstone inizia a non farmi così schifo? Entro in gara senza qualifica e parto decimo e grazie ad una partenza da paura, staccate come quelle di alonso che racconta nella pubblicità della 500, in un paio di giri mi ritrovo quarto (si, avete capito bene, QUARTO!), mi emoziono, mi agito, mi esalto in questa pista carina, e pian piano commetto un po’ di errorini e inizio a precipitare… ad un certo punto un tamarro canadese, con la macchina tutta piena di fulmini, probabilmente uno l’ha colpito quando era piccolo, magari era con suo papà a tagliare legna in qualche bosco di sequoie in canada, che chiamerò Bryan Adams, per mantenere l’anonimato, e lo vedo sempre più minaccioso nello specchietto… alla curvetta dopo le esse veloci, quella che entra nella parte del circuito che taglia il circuito, che ti porta al tornantino, prima del ponte che immette nel complex che sarebbe la parte prima dell’arrivo, insomma, la T4 insomma, mi inchiappetta a freddo, ma visto che eravam tutti e due lenti, non è successo un granchè, ma la mia scimmietta nel cervello si è arrabbiata, per non dire parole che non vorrei mai dire..
bryan mi affianca a destra, vedo il suo muso avanzare, vedo il lampo, lo vedo nella macchina che canticchiando summer of ’69 pensa di passarmi dopo avermi tamponato, che, come ti insegnano a scuola guida, chi tampona ha sempre torto, quindi lui aveva torto, è sempre più avanti mi ha quasi passato quando affrontiamo la piega a sinistra: io cerco di rallentare, di tenermi al limite della strada  a sinistra, ma la scimmia mi tiene il volante dritto, il pedale sull’acceleratore schiacciato che ho ancora le formiche al piede, finchè il lampo diventa  un boato, mi vedo bryan che mi si arrotola sul davanti, finisce sull’erba e tira una mazzata contro il muro, mentre la mia mustang non si accorge di nulla e continua imperterrita la sua strada mentre io e la scimmietta canticchiamo ‘everything I do, I do it for you’ e finiamo la gara al 7° posto. Silverstone è una pista bella.

Due ore dopo, dopo essermi ascoltato tutte le canzoni di bryan adams, compresi gli insulti via pm, decido di fare la qualifica e la gara. Gara noiosissima, son partito 3°, son arrivato 3° non ho fatto errori, non ho subito ingiustizie, non ho fatto sorpassi, non sono stato sorpassato, non ho corso rischi, non ho più ricevuto insulti, la scimmia non si è più svegliata. Silverstone è una pista bellissima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...